Make your own free website on Tripod.com





Studi scientifici sull'Aloe Arborescens



Per le prove sul fatto che l'aloe è completamente innocua e approvata da centinaia di ricercatori esperti a livello mondiale visitate questa pagina.



Ascorbato di potassio, vitamina C, antiossidanti

Alla validissima cura dell'Aloe Arborescens, già di per sè perfettamente in grado di vincere il cancro (se non si annullano gli effetti sottoponendosi a chemioterapia, radioterapia e/o interventi chirurgici), si consiglia di aggiungere altre sostanze antiossidanti ben note per le proprietà anti-cancro. Gli antiossidanti hanno un effetto curativo eccellente per guarire il cancro e possono essere comprati facilmente in farmacia a pochi euro (le case farmaceutiche e i medici non li usano perchè il guadagno è zero, con le chemio invece si fanno i miliardi).

  • 1 grammo di bicarbonato di potassio pari a un cucchiaino da gelato, di plastica spaso

  • 1,8 grammi di Vitamina C (o acido ascorbico) pari a 2 cucchiaini e mezzo da gelato, di plastica spasi

  • mezza tazza di tè verde freddo, in cui sciogliere le due sostanze precedenti che mescolate diventano Ascorbato di Potassio

  • da prendere una volta al giorno


ATTENZIONE: CHI HA PROBLEMI DI CUORE O AI RENI DEVE STARE ATTENTO AL POTASSIO
Questa dose contiene 390 mg di potassio, pari all'8% della RDA (Razione giornaliera raccomandata),
cioè quanto è contenuta in un quarto di una banana o in 10-20 grammi di carne o pesce.


Le due sostanze le vendono in farmacia in polvere per uso alimentare in barattoli da 200-500 gr. a pochi euro. Le bustine già pronte invece contengono soltanto pochi milligrammi di ascorbato, una dose irrisoria e inutile e costano 65 volte di più rispetto alla polvere per uso alimentare, cioè con le bustine si spende tanto per non avere nulla, la tipica presa in giro dei medici (e case farmaceutiche) che danno le cose con il contagocce e le fanno strapagare uno sproposito (6,50 euro per 2 grammi di ascorbato che in polvere costa 10 centesimi).

Il bicarbonato di potassio è simile al ben noto bicarbonato di sodio, ma un malato dovrebbe evitare il sodio (alimenti salati) e fare una dieta ricca di potassio (4,7 grammi di potassio al giorno l'RDA raccomanda per le persone sane, i malati ovviamente di più). Le proprietà benefiche della Vitamina C vanno molto ben al di là del curare il semplice raffredore, purchè se ne assuma una dose sufficiente (le dosi microscopiche contenute normalmente nelle pillole o nelle bustine non servono praticamente a nulla). Linus Pauling, lo scopritore della vitamina C e l'unico ad aver avuto ben 2 premi Nobel consiglia, anche alle persone sane, di prendere 6 grammi di Vitamina C al giorno.

La vitamina C si ossida molto facilmente all'umidità, all'aria, alla luce e con i metalli, per cui è meglio aprire il contenitore principale (da 500 gr.) il meno possibile e servirsi di un barattolino piccolo (da 30 gr. circa). Si apre il contenitore principale, si riempie quello piccolo e si usa quest'ultimo fin quando non è vuoto, allora si riempie nuovamente prendendo da quello principale. Non usare cucchiaini metallici perchè a contatto la vitamina C si ossida.

Le due sostanze devono stare nel rapporto di 1,8 grammi di vitamina C (2 cucchiaini da gelato e mezzo) per ogni grammo (1 cucchiaino da gelato) di bicarbonato e da questi, dopo un minuto, per reazione chimica effervescente, si ottengono circa 2 grammi di Ascorbato di Potassio, che è la dose ideale per un malato (al di sotto di 1 grammo al giorno la dose è inefficace). Il tutto va sciolto in una mezza tazza di tè verde o di camomilla (il tè verde e la camomilla hanno anch'esse proprietà curative estremamente sottovalutate, ma importanti), la bevanda deve essere fredda. Si attende un minuto che faccia effervescenza, la schiuma si gonfia fino a riempire l'intera tazza, poi si può bere. Non bisogna usare cucchiai metallici perchè gli antiossidanti a contatto del metallo si ossidano.

A titolo informativo il bicarbonato di potassio (e quello di sodio) ha lo stesso peso del comune sale da cucina (1 cucchiaino da gelato pesa 1 grammo), mentre la vitamina C (acido ascorbico) ha lo stesso peso dello zucchero (1 cucchiaino da gelato pesa 0,7 grammi) per cui ce ne vogliono 2 e mezzo per arrivare a 1,8 grammi.

ascorbato di potassio acido ascorbico bicarbonato di potassio

La vitamina C e il bicarbonato di potassio non danno problemi da sovradosaggio, nè di acidità, nè di tossicità. Se anche per errore si dovesse esagerare con le dosi non ci sarebbe alcun problema, tanto più che acido e bicarbonato si neutralizzano come acidità, il Ph infatti è uguale a quello dell'acqua. Clicca sulle foto per ingrandirle.




Ecco degli indirizzi in cui in ogni caso è possibile effettuare ricerche personalmente.

Siti di riferimento (in inglese):

La Vitamina C cura il cancro http://www.vitamincfoundation.org/vitcancer.htm

http://www.orthomed.com

http://www.seanet.com/~alexs/ascorbate/index.htm

http://www.cforyourself.com

Siti di riferimento in italiano:

http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/2003/09/04/ascorbato_di_potassio_studi_e_ricerche.htm

http://cosco-giuseppe.tripod.com/medicina/potassio.htm


Ricerca sul Cancro