Make your own free website on Tripod.com



Gel Aloe Vera e Arborescens



Cosa guarisce

 

In Giappone e in Brasile, l'Aloe č considerata la pianta che guarisce tutto. Questa pianta miracolosa, infatti, non guarisce solo il cancro e i tumori, ma anche tante altre malattie, di cui alcune considerate incurabili dalla medicina ufficiale.

Ecco l'elenco, probabilmente incompleto, delle malattie che l'Aloe ha guarito con pieno successo.

Tantissime forme diverse di cancro (per i dettagli e i riferimenti scientifici vedere in questa pagina)

Morbo di Parkinson

Psoriasi (macchie sulla pelle)

Epilessia

Herpes vaginale

Artrite

Emorroidi

Paralisi

Sorditā

Diabete

Gastrite

Ulcera dello stomaco

Ulcera della retina e della cornea

Congiuntivite

Malattie della pelle

Scottature da raggi X o raggi solari

Orticaria

Forfora

Reumatismi

Sinusite

Calvizie

Cataratta

Tendinite

Colite

Prostatite

Recupero dell'olfatto

Micosi (infezioni da funghi)

Orzaiolo

Ipercolesterolemia

Verruche

Questo elenco č stato tratto dal libro "La guarigione silenziosa", uno studio moderno e scientifico sull'Aloe Vera del dottor Bill Coats, condotto negli Stati Uniti. Il libro č disponibile anche in italiano, in Italia.

USO LOCALE ESTERNO SULLA PELLE

In molte di queste guarigioni si č fatto un uso locale ed esterno del gel dell'Aloe. Si č utilizzato il contenuto gelatinoso della parte interna della foglia oppure si č triturata, filtrando la polvere della buccia e delle spine, applicandola con una siringa, un contagocce o un batuffolo di cotone imbevuto del preparato.

Per la psoriasi o le altre malattie della pelle consiglio sia l'uso locale 1 o 2 volte al giorno, spalmando il gel sulla pelle, sia l'assunzione del preparato per via orale 1 cucchiaio 3 volte al giorno fino alla scomparsa della malattia o del disturbo. Nel caso doveste notare che il gel dovesse essere troppo "aggressivo" nell'applicazione diretta sulla pelle, potete diluirlo con acqua fino a raggiungere la concentrazione ottimale.



Ricetta Aloe Arborescens di Padre Romano Zago