Make your own free website on Tripod.com



"Meglio un topo tra due gatti
che un malato tra due medici"
            San Padre Pio da Pietralcina

Chemioterapia e radioterapia: Effetti collaterali


I medici sono i primi a non credere alla chemioterapia
Il caso di uno dei piů grandi esperti al mondo



Se pensate che tutti i medici siano davvero convinti dell'efficacia dellecure che propinano ai loro malatie che nel caso siano loro ad ammalarsi di cancro si sottopongano alle stesse cure di chemioterapiae radioterapia che prescrivono ai loro malati siete degli illusi. Se non ci credete leggete questa storia.

Sidney Winawer č un oncologo direttore del Laboratorio diRicerca per il Cancro al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di NewYork, uno dei centri più importanti del mondo. Per capirnel'importanza, pensate che č stato l'ospedale a cui si č rivolto Giovannino Agnelli. Per decenni ha praticato la chemioterapia a tutti i pazienti, metà dei quali sono deceduti. Ma un giorno la diagnosi č toccata a sua moglie...
Alcuni di voi probabilmente (spero non proprio tutti) si aspetterebberodi sentire che il dottor Sidney Winawer abbia sottoposto la moglie allestesse cure che per decenni ha dato, con tanta convinzione, a tutti imalati. Ebbene no. Ben consapevole dei danni catastrofici e dell'inutilità assoluta di quel tipo di cura (come ammetterà più tardi nel suo libro"Dolce č la tua voce", Positive Press, 1998) NON la sottopone a nessuna chemioterapia o radioterapia ,ma si affida alla... somatostatina (quella di Luigi Di Bella)! E la moglie guarisce !

Spero che dopo aver conosciuto questa storia (verificabile quanto sivuole, basta leggere il libro) molti possano riflettere sui danni el'inefficacia delle terapie tradizionali. Considerate che nonč affatto un caso isolato, anche alcuni primari in Italia (di cui non posso citare i nomi per evitare querele) curano con la chemioterapia i pazienti, ma curano se stessi o i familiari con l'aloe ! Praticamenteabbiamo visto che quando la malattia colpisce loro (considerate che era uno dei maggiori esperti al mondo !),sono i primi a NON credere alle cure che propinano. A un certo punto siscopre che sono consapevoli dell'inutilità e delladannosità dei prodotti delle case farmaceutiche e siaffidano alle cure alternative. Dopo aver avuto la conferma di uno dei più grandi esperti mondiali sul cancro sul fatto che la chemioterapia NON funziona, credete ancora ai ricercatori pagati dalle casefarmaceutiche, il cui interesse č quello di vendere i loro farmaci che costano centinaia di milioni?




Perchč la chemioterapia non risolve il problema

La chemioterapia distrugge completamente il sistema immunitario


Secondola stragrande maggioranza delle teorie mediche, ci si ammala di cancro per una  insufficienza del sistema immunitario. La chemioterapia riduce le masse tumorali di dimensione, ma al prezzo di distruggere completamente il midollo e ledifese immunitarie dell'organismo, col risultato che quest'ultimorimarrà debilitato ed esposto ad ammalarsi di nuovo per anni o anche per il resto della vita .

LA CHEMIOTERAPIA DISTRUGGE TUTTE LE DIFESE IMMUNITARIE ,

IN MOLTI CASI IL TUMORE RITORNA PIU' VIOLENTO DI PRIMA !!!


Per dare un'ideadi quanto sianotossici questi veleni posso prendere spunto dalla stessa documentazione farmaceutica allegata a questi "farmaci": pensate che basterebbe solo aumentare di poco le dosi di una sola "seduta" di chemioterapia per uccidere un cane ,nel 100% dei casi, per avvelenamento nel giro di pochi giorni (potetecontrollare voi stessi dato che la tossicologia č pubblica).Inoltre per smaltire questi farmaci occorre molto tempo (mesi e mesi),molto di più della durata di ogni ciclo, per cui quando sitorna ad es. dopo un mese a fare un altro ciclo si ha un accumulo continuo di veleni nell'organismo!

PERSINO NELLA STESSA DOCUMENTAZIONE DEI FARMACI DA CHEMIOTERAPIA E' SCRITTO CHE QUESTI
IN DOSI DI POCO SUPERIORI SONO MORTALI NEL 100% DEI CASI
PERSINO UNA PERSONA SANISSIMA AVREBBE DEI PROBLEMI A SOPRAVVIVERE ALLA CHEMIOTERAPIA


E' vero che le cellule tumorali sono molto più sensibili aquesti farmaci rispetto alle cellule sane, ma č anche veroche la chemioterapia azzera completamente il sistema immunitario, lasciando l'organismosenza nessuna difesa (insufficienza midollare, renale, epatica,cardiaca, respiratoria, ecc.). Inoltre provoca lesioni estese a tutti gli organi e tessuti e conseguente necrosi irreversibile di alcuni di essi. Non c'č da stupirsi che tutti questi farmaci siano estremamente cancerogeni, ossia in grado di sviluppare tumori anche in una persona sana!

Il fatto che molto spesso il cancro ritorna negli anni successivi, dopo una cura di chemioterapia ,non č dovuto a una certa "predisposizione" della persona, ma al fatto che le difese immunitarie sono ormai distrutte e quindi l'organismoč completamente indifeso ed č logico che venga aggredito nuovamente. La chemioterapia non č quindi la soluzione definitiva del problema,poichè questo si ripresenta molto spesso anni dopo con maggiore violenza.

E' QUASI SEMPRE LA CHEMIOTERAPIA LA RESPONSABILE DEL RITORNO DEL CANCRO ,

ROVINANDO IL SISTEMA IMMUNITARIO PER ANNI E ANNI !

cancro deve essere vinto invece potenziando il sistema immunitario . Per molti tipi di tumore , il sistema immunitario ha una "memoria", esattamente come per le malattie esantematiche (morbillo, varicella, rosolia, ecc.); se il tumore viene vinto dall'organismo stesso, piuttosto che represso dai farmaci,č molto più difficile che si ripresenti in seguito. L' aloe ha un centinaio di principi attivi che potenziano il sistema immunitario in modo ineguagliabile rispetto a qualsiasialtro farmaco, inoltre questi hanno un ruolo attivo e selettivonell'aggredire le cellule malate, inducendo l'apoptosi. Tutto questo č stato dimostrato scientificamente in molte università del mondo, comprese alcune italiane.

A volte i medici italiani addirittura somministrano terapie sperimentali, senzaneppure informare il paziente che la terapia č sperimentale. In questo sito www.vitarubata.compotete leggere l'incredibile storia di una donna uccisa con terapie sperimentali, senza il suo consenso. Lesostanze che sono state somministrate sono addirittura le stesse chevengono usate per le distruzioni di massa, nelle guerre batteriologiche!!

Infine, qui ci sono 5 pagine di DATI UFFICIALI sui veri risultati della chemioterapia dal 1950 ad oggi, oltre ai retroscena delle multinazionali farmaceutiche. La ricerca NON ha fatto passi da gigante come tutti pensano, ma, alcontrario, la gente si ammala e muore più che nei decenniscorsi. Con i metodi di cura attuali il 90% degli ammalati non sopravvive più di 10 anni al cancro .

Qui, un libro recente con le prove documentali sull'immenso giro di miliardi riguardo all' affare ricerca sul cancro che spiega perchè lamedicina ufficiale non ha alcun interesse a cambiare questo stato di cose.
Ricerca sul Cancro Ricerca sul Cancro



Perchè non fidarsi ciecamente dei medici

Cosa ci guadagnano ?


La maggior parte delle persone si fidaciecamente dei medici, poichè sono professionisti: chimeglio di loro potrà dirmi cosa č meglio per me ?Qualunque farmaco loro consiglino, anche se con manifesti e accertatieffetti collaterali e controindicazioni si assume senza battere ciglio, poichè il medico ci consiglia diprenderlo. Dobbiamo metterci in testa che i medici quando ci spingono aconsumare un farmaco ci guadagnano, al pari dei farmacisti, poichè le case farmaceutiche li "premiano" proprio per diffondere i farmaci (se hai un certo numero di pazienti che consuma questo farmaco tiregalo un viaggio, un computer, ecc.). Il medico riceve puntualmentedei promotori commerciali che gli danno queste informazioni: "abbiamofatto delle ricerche su questo farmaco, si č dimostrato(chissà come ?) che questo farmaco da noi prodotto e brevettato "aiuta a ridurre i sintomi" di questa malattia (notate: non "guarisce", ma "aiuta a ridurre i sintomi"), ha questieffetti collaterali, ma č approvato dal Ministero dellaSanità. Il medico, quando si presenta un paziente con queisintomi, avverte il paziente degli effetti collaterali (non sempre tral'altro) e consiglia il farmaco. Dal suo punto di vista moraleč a posto (il farmaco č approvato e legale), dalpunto di vista economico ci guadagna parecchio, per cuiperchè dovrebbe consigliarvi invece qualcos'altro dove nonc'č guadagno e non č sperimentato dalle casefarmaceutiche che lo sponsorizzano ? Anzi, così facendo nericaverebbe un danno, poichè le case farmaceutiche loguarderebbero con un cattivo occhio, un medico fuori dal coro, da evitare, da isolare dalla comunità medica.

Quelloche sto dicendo č verissimo ed č stato denunciatopubblicamente sui media proprio da medici che, disgustati da questo sistema "commerciale", si sono ribellati alle case farmaceutiche.

Le sostanze naturali, invece, sono malviste dalle case farmaceutiche,poichè non sono brevettabili e offrono un guadagnoinfinitesimale rispetto ai farmaci. Di conseguenza le casefarmaceutiche evitano di fare ricerche su di essi e anzi tentano discreditarle per mezzo dei medici. Gli unici a fare ricerche sulle sostanze naturali sono le universitào più raramente le aziende produttrici di integratori, ma irisultati di queste ricerche non sono certo pubblicizzati come quelli dei farmaci. Ilrisultato (assurdo e ridicolo) č che la gente diffida dei prodotti naturali , anche se sonoapprovati dal Ministero della Sanità e totalmente innocui, come se fossero pericolosi e dannosi !

E' assolutamente sconvolgente che moltepersone, andate dal medico per risolvere problemi semplici, comel'insonnia, l'allergia, il mal di schiena o il mal di testa si ritrovano letteralmente "schiave" dei farmaci e dopo poco tempo hanno problemi molto più gravi di quelliche erano andati a risolvere. Così, se si ha l'insonnia ilmedico prescrive i sonniferi, che causano inevitabilmente depressione eche devono quindi essere curati con gli antidepressivi; se si hal'allergia vengono prescritti gli antiallergici (o antistaminici) checausano anch'essi depressione, col risultato di diventare schiavi degliantidepressivi; se si hanno dolori vengono prescritti gliantidolorifici, che causano problemi allo stomaco e all'intestino e cheogni anno uccidono migliaia di persone. E' ovvio che dopo essere statiscombussolati dai farmaci per lungo tempo č molto difficileriuscire a liberarsi dalla dipendenza. Se ad es. si sono presisonniferi per settimane, non appena si smette di prenderli non si riesce a dormire più.

TUTTI I FARMACI INTOSSICANO ENORMEMENTE L'ORGANISMO,

INDEBOLISCONO IL SISTEMA IMMUNITARIO, AUMENTANDO IL RISCHIO DI CANCRO

Nonc'č che dire, i ricercatori farmaceutici hanno congegnatoproprio bene il meccanismo: sopprimono il sintomo, ma solofinchè prendi il farmaco, praticamente quindi sičcostretti ad assumerlo per tutta la vita, si diventa quindi schiavi deifarmaci, finchè non insorgono altre malattie e a quel puntosič costretti ad assumere altri farmaci, sempre concepiti comeil primo, ossia che subdolamente nel lungo periodo causano altri malesseri.

La cosa ancora più impressionante č che questi problemi possono essere risolti con rimedi naturalissimi e innocui, ma che i medici incredibilmente nonconoscono per ignoranza o fanno finta di non conoscere,perchè non sponsorizzati dalle case farmaceutiche.Così, se un paziente va dal medico dicendo: "posso prenderela glucosamina per rigenerarmi le cartilagini e farmi passare l'artrite?". Il medico risponde: "la glucosamina ? e che cos'č ? nonl'ho mai sentita (che equivale a dire non c'č nessunaazienda farmaceutica che mi regala qualcosa se te la prescrivo),prenditi gli antidolorifici". Se invece gli si dice: "posso prendere lamelatonina al posto dei sonniferi ?", il medico risponde: "lamelatonina ? e che cos'č ? non l'ho mai sentita (cheequivale a dire non c'č nessuna azienda farmaceutica che miregala qualcosa se te la prescrivo), prenditi i sonniferi e gliantidepressivi". Queste cose incredibili succedono ogni giorno e io leho viste con i miei occhi e ogni volta mi fanno venire il voltastomaco.La mentalità della gente č stata talmenteplasmata a ragionare in questo modo che la gente ha totale fiducia ingente ipocrita "qualificata", ma che dà consigli solo inbase a puri interessi economici e non ha invece fiducia nelle cose naturali !

Ho letto recentemente che alcuni medici sonogiunti ad affermare addirittura che l'aloe sia tossica e per giunta cancerogena. Questa č la cosa più falsa e immorale che sipossa dire sull'argomento e viene detto unicamente a scopodisinformativo, per evitare che la gente possa provarla e scoprirne gli effetti benefici.

L'ALOE NON HA LA MINIMA TOSSICITA' E MEN CHE MAI E' CANCEROGENA ,

LO SONO INVECE CHEMIOTERAPIA E RADIOTERAPIA ,
CAPACI DI FAR AMMALARE DI CANCRO PURE UNA PERSONA SANA !!!

Nonostante qualcuno, evidentemente ipocrita,tenti di diffondere questa enorme falsità (i prodotti a basedi aloe venduti in farmacia sono approvati dal Ministero della Sanità ) non c'č mai stato un solo caso di intossicazione da aloe , inoltre migliaiadi persone la prendono da anni e nessuno ha avuto nulla; infineaggiungo che il Ministero della Sanità non avrebbe maiapprovato dei prodotti tossici o cancerogeni, che invece possono essere acquistati liberamente senza prescrizioni in farmacia ( anche se io consiglio di coltivare la pianta in casa e di non comprare nulla di commerciale )per cui la falsità di questi medici che parlano di tossicità dell'aloe č totale.

Quindi io vi dico, informatevi, informatevi einformatevi. Non credete ciecamente ai medici che vi consigliano solofarmaci e diffidano a priori delle sostanze naturali, che per giunta non conoscono affatto.


Perchè i farmaci fanno solo male

E' risaputo che ilcancro č notevolmente più diffuso nei paesipiù ricchi e molto meno in quelli più poveri.Oltre che per l'inquinamento, la causa principale, unitamente all'infelicità e allo stress, č da ricercare nel notevolissimo usodi farmaci di uso comune nei paesi ricchi (l'uso nei paesi poverič minimo). Se ci riflettiamo bene notiamo che le casefarmaceutiche ci spingono a usare continuamente farmaci (apparentementeinnocui) per i motivi più banali (mal di testa, mal dipancia, mal di ossa, ecc.). Vorrebbero praticamente trasformare la nostra casa in una farmacia ! Questi farmaci sonoassolutamente dannosi per la salute e provocano più male di quanto possiamo sospettare !

MIGLIAIA DI PERSONE OGNI ANNO MUOIONO A CAUSA DEGLI "INNOCUI" COMUNISSIMI ANTINFIAMMATORI

(Aulin, Mesulid,Medinait, Cortisone, Aspirina, Voltaren, ecc.) che causano danni gravi al fegato, allo stomaco, all'intestino, ecc. Pensate che l'Aspirinač stata scoperta da un secolo ormai e ancora oggi vengonoscoperti continuamente effetti collaterali ! Pensate al paracetamolo,sostanza contenuta in tantissimi farmaci per la febbre (come laTachipirina, ecc.), per l'influenza (Medinait, Nesidina, ecc.) o per il mal di testa, che se presa in eccesso PROVOCA LA NECROSI IRREVERSIBILE DEL FEGATO . Pensate che dopoappena 10 anni le case farmaceutiche siano assolutamente sicure di quali danni provoca un farmaco ?

L'OrganizzazioneMondiale della Sanità (O.M.S.) ha dichiarato che solo lo0,01% dei farmaci attualmente venduti č realmente efficace.Il 99,99% dei farmaci venduti in farmacia č completamente inutile o nocivo!

Il motivo per cui le case farmaceutiche cercano di convincerci che ifarmaci appenausciti sono migliori rispetto a quelli più vecchi ecollaudati non č affatto quelloche si crede comunemente, ossia che i nuovi farmaci, frutto dellaricerca, sonomigliori rispetto a quelli precedenti. Molto spesso anzi i farmacinuovi vengono tolti dal mercato proprio per il numero di vittime che fanno. Le case farmaceutichesono obbligate per legge a cedere i diritti del brevetto dopo 20 anni dalla scoperta
. A loro basta modificareleggermente un principio attivo, in modo da poter fare un nuovobrevetto per altri 20 anni. E' chiaro che il nuovo farmaco offre moltemeno garanzie di quello precedente perchè č stato collaudato per un tempo molto minore, ma loro hanno interesse a spingere il mercato sulla nuova sostanza.
Se non ci fosse questa legge le case farmaceutiche si comporterebberocome la Coca-Cola, che non cambia la ricetta da oltre un secolo, ecercherebbero anzi di convincere tutti che la loro sostanzač la migliore, proprio perchè collaudata da decenni ! Il comportamentodelle case farmaceutiche č dettato esclusivamente da interessi commerciali, a loro non interessa minimamente lasalute dei malati. Inoltre loro fanno leva sui medici per diffondere iloro prodotti: "se prescrivi il nostro farmaco, ti regaliamo unPersonal Computer, un viaggio, ecc.". E voi pensate che gente cheragiona in questo modo abbia a cuore la vostra salute e vi dia i migliori consigli per guarire ?

Se una loro ricerca interna stabilisse che l'aloe o una qualsiasisostanza naturale non brevettabile e accessibile a costi nulli funziona meglio della chemioterapia , che costano milioni, pensate cherenderebbero pubblica quella ricerca ? Pensate alle ricerche condottein segreto per anni da tutte le aziende che producono le sigarette, chepoi sono state costrette in USA a risarcimenti ultramiliardari, una volta che quelle ricerche furono scoperte.

Infine, vi sono centinaia di ricerche scientifiche condotte sull'aloe da università in tutto il mondo, compresa l'Italia, che dimostrano concordementel'infinità di effetti benefici contro pressocchètutte le forme di cancro e anche contro parecchie altre malattie "incurabili" , ma la cosa sconvolgenteč che questi studi non vengono raccolti in un unico corpus,ma sono incredibilmente isolate. Così, in Italia si sa chel'aloe ha effetto sui tumori neuroectodermici, in Cina sanno chefunziona sui carcinomi, negli Stati Uniti sulla leucemia, ecc. manessuno pensa a riunire tutte queste ricerche in modo da dimostrare chel'aloe funziona per tutte le forme di tumore. E i poveri malati devonoandarsele a cercare da soli su Internet, mentre i medici, che dell'aloe non hanno neppure sentito parlare, consigliano loro di massacrarsi con  chemioterapia e radioterapia cancerogene ! Inconcepibile e disgustoso.

Molti mi chiedono: "mase l'aloe funziona così bene, come mai i malati non vengonocurati con l'aloe ?" Questa domanda č di unaingenuità sconcertante. Chi fa questa domanda pensa che lecase farmaceutiche siano delle benefattrici dell'umanità acui non interessa minimamente l'immenso giro di miliardi chec'č dietro (80.000 miliardi all'anno, solo in Italia !), mahanno a cuore esclusivamente la nostra salute e che se l'aloefunzionasse davvero, le aziende, i medici e i ricercatoririnuncerebbero tranquillamente a tutto, molte case farmaceuticheaddirittura chiuderebbero i battenti e direbbero "abbiamo trovato la soluzione finale sul cancro ", prendetevi l'aloe, che non costa nulla eguarirete in men che non si dica. Tanto vale chiedermi se credo a Babbo Natale...

L'assurdo č che si spendono miliardi per la ricerca sul cancro e non pensano a studiare l'aloe che ha già guaritopiù persone e casi incurabili di quanto abbiano fatto lorocon le loro terapie assassine, vendute tra l'altro a prezzi da estorsione (legale).

E poi mi chiedono se voglio contribuire a finanziare la "ricerca" sul cancro , quando so per certo che il 90% dei fondi raccolti non vannoa finire per niente nella "ricerca", ma vanno nelle tasche di gentesenza scrupoli che fa finta di guardare nel microscopio e intanto si compra la villa al mare!


GUARDA VIDEO: 100 ragazzi si suicidano o compiono stragi dopo aver preso psicofarmaci

GUARDA VIDEO: 17 milioni di bambini sotto psicofarmaci

Ricerca sul Cancro